Le batterie

Gli accumulatori di energia elettrica, ovvero le batterie, ne esistono ricaricabili e non, di diversa forma, voltaggio, amperaggio e tecnologia che consente di ricaricare e mantenere energia.

Ogni batteria di tipo ricaricabile ha dei parametri da rispettare riguardo la massima tensione e corrente di ricarica e tipologia di ricarica, la massima corrente prelevabile in un ora, la massima corrente di spunto, il numero di cicli per cui puo' essere ricaricata sino ad arrivare al fine della sua vita. 

TIPI DI BATTERIE PER TECNOLOGIA 

NiCd (nickel-cadmio, ricaricabile, sostituite per tossicita' del cadmio dalle NiMh):
Voltaggio nominale: 1.2V (una cella);
Voltaggio a vuoto carica: 1.4V;
Votlaggio a vuoto scarica: 1V.
Impieghi: telecomandi, macchine, fotografiche, dispositivi vari;
Forma: cilindrica;
Autoscarica: 1% al giorno;
Tensione di ricarica: 1.92V. 

Svantaggi:
Effetto memoria: ovvero, se scaricate parzialmente e successivamente ricaricate, si sviluppa la crescita di cristalli di cadmio, causando una riduzione della capacità, che possono essere eliminati con una scarica totale (non arrivando al disotto di 0,9V) e a seguire una ricarica completa.

MODALITA' DI RICARICA

Carica lenta non oltre le 10 ore, oppure cariche veloci monitorando la temperatura delle batterie non superiore ai 35°C.




NiMh (nickel metal-idrato, ricaricabile):Caratteristica principale: alta velocita' di ricarica, nessun effetto memoria;
Voltaggio nominale: 1.2V (una cella);
Voltaggio a vuoto carica: 1.4;
Votlaggio a vuoto scarica: 1V.
Impieghi: telecomandi, macchien fotografiche, dispositivi vari;
Forma: cilindrica;
Tensione di ricarica: 1.92V.

Svantaggi:
L'Effetto memoria in questa tecnologia di batteria è si presente, ma in forma minore.
Infatti, a differenza delle NiCd, l'effetto memoria nelle NiMh produce meno cristalli di idrato, per tanto eliminabile anche con un solo ciclo di carica completa, quindi non è proprio necessario scaricarle totalmente.

MODALITA' DI RICARICA
Carica lenta non oltre le 10 ore, oppure cariche veloci monitorando la temperatura delle batterie non superiore ai 35°C.




 


Mercurio (dismesse per tossicita' del mercurio)Voltaggio: 1.3V
Impiego: batterie orologi, agende elettroniche;
Forma: a bottone.

   
Li-Ion (ioni di litio, ricaricabile):Caratteristica principale: mantenimento della carica elevato e forma qualunque;
Voltaggio: 3.6-3.7V (una cella).
Impieghi: Cellulari. macchine fotografiche, videocamere, orologi;
Forma: qualsiasi
Potenza/peso: 1800W/kg

Temperatura tollerata: non arrivare oltre i -40°C e non oltre i 60°C
Cicli di carica/scarica: 1.200
Autoscarica: A 25°c perde il 4% dopo un anno
Tensione di ricarica: 4.1/4.2V;
Carica della batteria:
Batteria carica: 3.6-3.7V;
Batteria completamente scarica 2.7-2.8V.

Li-Po (polimeri di litio, ricaricabile) 
Caratteristica principale: peso molto contenuto;
Voltaggio: 3.7 (una cella)

Impieghi: Cellulari: modellismo, macchine fotografiche, videocamere, autoelettriche;
Forma: qualsiasi
Potenza/peso: 2800W/kg

Temperatura tollerata: non arrivare oltre i -40°C e non oltre i 60°C
Cicli di carica/scarica: 1000

Autoscarica: A 25°C il 5%/mese
Coefficente di scarica: varia da produttore in produttore. Es.: 20C significa che se una batteria è di 1Ampere, si possono ottenere 20A per pochi secondi utili allo spunto di un motore.

Tensione di ricarica: 4.2V
Carica della batteria:
Batteria carica: 3.7V;
Batteria completamente scarica 2.8V.


Piombo GEL (ricaricabile) 
Voltaggio: 6/12/24V, costituite da elementi "piastre" da 1.2V ciascuna);
Impiego: Auto e mezzi di lavoro elettrici, gruppi di continuita', impianti fotovoltaici;
Forma: rettangolare;
Temperatura tollerata non arrivare a -60°C;
Autoscarica: 1%/mese;

Tensione di ricarica: 2V per piastra. Batteria da 6V=7.2V / 12V=14.4V / 24V=28.8V.

Carica della batteria 6V:
Batteria al 10%: 5.7V;
Batteria al 50%: 6V;
Batteria al 99% 6.9V.


Carica della batteria 12V:
Batteria al 10%: 11.4V;
Batteria al 50%: 12.V;
Batteria al 99% 12.9V

Carica della batteria 24V:
Batteria al 10%: 22.8V;
Batteria al 50%: 24.V;
Batteria al 99% 25.8V

Svantaggi:
Se lasciata scarica per troppo tempo tempo, il solfato di piombo cristallizza, indurendo le piastre al punto di danneggiarle.
Per tanto è consigliabile mantenerla sotto carica di mantenimento.


Nessun commento:

Posta un commento