Domotica



La domotica, dall'unione delle parole domus (che in latino significa "casa") e robotica, è la scienza che si occupa di studiare tecnologie atte a migliorare la qualita' della vita nella casa e in generale negli ambienti antropizzati.

Le discipline implicate nella domotica sono molteplici a partire dall'edilizia, all'informatica e al design.

COME FUNZIONA E COSA CAMBIA RISPETTO AD UN IMPIANTO TRADIZIONALE


Rispetto ad un impianto tradizionale, ogni elemento della nostra casa che può essere elettrificato diventa domotico, quindi controllabile in parte o completamente, da un pannello di controllo di casa, da uno smartphone, tablet e perfino da remoto.


La nostra casa diventa quindi Intelligente, perché gli apparati e gli ambienti vengono dotati di ogni tipo di sensore e di attuatori per la gestione.


TIPI DI SENSORI: di luce, di calore, di fumi, conta scatti, temperatura (termostati), contatto magnetico, rilevatore volumetrico, rilevatore infrarosso)


TIPI DI ATTUATORI
  • Attuatori cablati: sono raggiunti, oltre dal cavo di alimentazione per l'utilizzatore, da un cavo di alimentazione/dati per l'azionamento e la gestione dell'utilizzatore; 
  • Attuatori a onde radio: il segnale di controllo e gestione è senza fili, raggiunti solo da un cavo di alimentazione per il suo funzionamento e la gestione dell'utilizzatore. 


COME VIENE REALIZZATO UN IMPIANTO DI DOMOTICA


Il cuore principale è un centralino di comando al quale collegare tutti utilizzatori, che oltre ad essere raggiunti dai cavi di alimentazione, vengono raggiunti anche da un sistema di controllo BUS via cavo so senza fili: 

  • Doppino intrecciato di tipo TP (tipo cavo di rete): cavo di rame intrecciato per ridurre le interferenze, anche di tipo schermato per attenuarle ulteriormente, consente il passaggio di informazioni di controllo e l'alimentazione per l'attuatore. La scelta più economica; 
  • Onde convogliate: comunicazione delle informazioni di controllo nello stesso cavo di alimentazione. Da utilizzare qualora non sia possibile eseguire opere murali o non sia possibile sfruttare la tubazione esistente, soffre però di disturbi derivanti da distorsioni imprevedibili della corrente alternata; 
  • Fibra ottica: sottilissimo fibra di vetro che sfrutta la modulazione della luce, completamente immune ai disturbi elettromagnetici. Da utilizzare in un impianto domotico molto complesso, il costo è anche molto alto;
  • Radio frequenza: comunicazione senza fili nelle frequenze di 433 MHz, 868 MHz e 2,4 GHz. Da impiegare quando non è possibile eseguire opere murali, ma aumenta l'inquinamento elettromagnetico e i disturbi; 



Con la domotica è quindi possibile risparmiare e rendere efficiente la nostra casa: ogni sensore interagisce con l'altro e vengono automatizzati dei processi per ottimizzare e semplificare la vita.



I PUNTI DI COMANDO E LE PRESE, COSA CAMBIA

I punti di comando da installare saranno tutti ibridi, ovvero potranno essere qualunque cosa, per tanto un punto di comando può essere un pulsante o diventare un interruttore, o un regolatore variabile, di tipo meccanico, tattile o di tipo touch screen.

I punti di prelievo possono essere sempre alimentati, oppure abilitati e disabilitati ad orari stabiliti, o attraverso un sensore, o una combinazione di condizioni.

Possono essere abilitati e disabilitati ad orari stabiliti, o attraverso un sensore, o una combinazione di condizioni.

Nessun commento:

Posta un commento