Apparecchiature elettriche base

LA PAGINA IN ALLESTIMENTO

Di seguito elenco una serie di componenti elettrici base, ma prima vi elenco una serie di regole principali per la realizzazione degli impianti elettrici e dei cablaggi a regola d'arte.


NORME E MODALITA'
  • Le apparecchiature devono considerare il grado di protezione IPxx per l'installazione all'interno o all'esterno facendo attenzione di mantenerne il grado di protezione in corso d'opera;
  • Gli interruttori dei quadri elettrici devono essere dimensionati con capacita' superiore rispetto al massimo assorbimento;Il potere di interruzione degli interruttori non deve essere inferiore alla corrente di cortocircuito presunta nel punto di installazione;
  • Le cassette di derivazione in generale devono essere spaziose per consentire la dispersione del calore e la disposizione ordinata dei cablaggi;
  • Le cassette di derivazione da esterno devono risultare distanziate di 5mm dal muro finale per consentire una comoda chiusura;
  • I quadri elettrici devono essere spaziosi per consentire la dispersione del calore e una cablatura del quadro ordinata e pulita, con l'ausilio di numerose e spaziose canalette per mostrare il minor numero di cavi, se non ché rendere visibili solo i cavi attestati nelle apparecchiature;
  • Il cavo deve essere scelto di sezione adeguata al carico massimo e/o considerando il fattore di utilizzazione;
  • La tubazione in generale deve risultare con almeno il 25% di spazio libero per consentire la dispersione del calore prodotto dall'assorbimento elettrici;
  • Le tubazioni sottotraccia di un impianto nuovo o da ristrutturare, deve far uso di colori differenti, a seconda della complessità dell'impianto, per poter differenziare i circuiti di bassa tensione, alternata, dati, TV, telefonico, altro;
  • La stesura delle tubazioni sottotraccia deve sempre seguire un andamento uniforme, le curve non devono essere strette, ed evitare infine i scavalca-tubo dove possibile, oltre a non raggruppare troppe tubazioni affinchè ci sia una quantità di cemento ogni certo numero di tubi raggruppati.ciò per bloccare bene i gruppi di tubi;
  • Le giunzioni devono essere il minor numero possibile, quindi creare più collegamenti diretti;
  • Ogni punto luce (prese, comandi, utilizzatori) in un nuovo impianto o da ristrutturare, deve essere realizzato con tubazione punto-punto, ovvero con la propria tubazione diretta in cassetta di derivazione della stanza o settore, quindi senza collegamenti in "cascata";
  • Nelle cassette di derivazione è gradita, a volte necessaria per la complessità dell'impianto, la presenza di targhette per l'eventuale tracciabilita di una linea elettrica;
  • Applicare terminali nei cavi per il cablaggio delle apparecchiature del quadro elettrico;
  • Utilizzare il giusto numero di fascette: troppe fanno risultare il lavoro poco pulito;
  • Serrare le viti con giudizio e assicurarsi del massimo serraggio;
  • Pulire bene l'interno delle cassette murate e le apparecchiature alla fine dei lavori;

APPARECCHIATURE DI USO DOMESTICO

Interruttore (serie civili):: è un apparecchio di comando costituito da n2 poli, mantiene la sua posizione quando premuto e serve ad interrompere il flusso di corrente di un solo filo (fase.
Viene impiegato per l'accensione di punti luce;



Interruttore Bipolare (serie civili): come l'interruttore, è però costituito da n4 poli, interrotti verticalmente con l'ingresso in alto verso lo 0 (zero) e l'usciTa in basso verso l'1, interrompe il flusso di corrente di due fili (fase e neutro).
Viene impiegato a monte di un apparecchio riscaldante o motorizzato, o per separare totalmente un circuito.


Interruttore Deviatore (serie civili)è un apparecchio di comando costituito da n3 poli 1-L-2, mantiene la sua posizione quando premuto, serve a deviare il flusso di corrente una volta fra L-1 e una volta fra L-2.
Viene impiegato per l'accensione di un punto luce da punti differenti usando n3 fili. Esempio corridoio.
Invertitore (serie civili): è un apparecchio di comando costituto da n4 poli, mantiene la sua posizione quando premuto, serve a deviare il flusso di corrente.
Viene impiegato insieme al deviatore e sta sempre all'interno di due deviatori;



Interruttore a tirante (serie civili): è un apparecchio di comando costituito da n2 poli, non mantiene la sua posizione quando viene tirata la cordicella e serve ad inviare un impulso di corrente.
Viene impiegato nei bagni, ospedali, aziona avvisi acustici per richiesta di emergenza;


Pulsante (serie civili):: è un apparecchio di comando costituito da n2 poli, non mantiene la sua posizione quando premuto e serve ad inviare un impulso di corrente.
Viene impiegato per comandare relè;




Doppio pulsante sali-scendi (serie civili): di tipo 1ON-2OFF MOM- 1OFF-2ON MOM è un apparecchio di comando costituito da n3 o n4 poli, possiede due pulsanti momentanei, non possono essere premuti contemporaneamente, serve ad inviare un impulso di corrente.
Serve per azionare le tapparelle motorizzate;




Doppio pulsante indipendente (serie civili): di tipo 1ON-2OFF / 1OFF -2OFF / 1ON-2ON è un apparecchio di comando costituito da n3 o n4 poli, possiede due pulsanti momentanei, possono essere premuti contemporaneamente, serve ad inviare un impulso di corrente.

Doppio-pulsante inter-bloccato (serie civili): di tipo 1ON-2OFF / 1OFF -2ON / 1OFF-2OFF è un apparecchio di comando costituito da n3 o n4 poli, possiede due pulsanti, il pulsante premuto sblocca l'altro e viceversa, mantiene la posizione quando premuto, serve a chiudere un circuito.
Viene impiegato nella marcia e arresto o come selettore;


Dimmer o Regolatore (serie civili): è un apparecchio di comando e serve a regolare la tensione di un apparecchio.
Viene impiegato per regolare la luminosità di lampade ad incandescenza;


Selettore a chiave a rilascio (serie civili): è un apparecchio di comando con chiave, non mantiene la posizione, invia un impulso di corrente mantenendo la chiave girata per poi ritornare in stato di riposo.
Viene impiegato nelle aperture dei cancelli elettrici;

Selettore a chiave ad interruttore (serie civili): è un apparecchio di comando con chiave, mantiene la posizione, chiude un un circuito con la chiave girata.
Viene impiegato per abilitare il funzionamento di un circuito;

Spia luminosa (serie civili): è un apparecchio di segnalazione visiva;


Ronzatore (serie civili): è un apparecchio di segnalazione acustica. Ne esistono da 12-24-220V.
Viene impiegato per avvisi di emergenza, come nei bagni dei diversamente abili;

Suoneria (serie civili): è un apparecchio di segnalzione acustica. Ne esistono da 12-24-220V.
Viene impiegato come din-don;




Relè interruttore: è un apparecchio di comando costitutio da una bobina che aziona un circuito con un singolo impulso di corrente, e riapre il circuito ricevendo un ulteriore impulso. Consentono di far illuminare una spia luminosa nel pulsante che li aziona.
Viene impiegato per l'accensione di punti luce o prese comandate da diversi punti con un solo filo.

Relè Commutatore: è un apparecchio che aziona due differenti circuiti sequenzialmente ad ogni impulso, dall'accensione totale fino allo spegnimento totale come segue : tutto acceso 1 e 2, solo circuito 1, solo circuito 2, tutto spento. Consentono di far illuminare una spia luminosa nel pulsante che li aziona.
Viene impiegato per l'accensione di punti luce o prese comandate da diversi punti con un solo filo;


Crepuscolare 1M: è un apparecchio automatico che aziona un circuito in base alla quantità di buio rilevata da una sonda crepuscolare.
Viene impiegato per l'accensione serale delle luci;



Cronotermostato: è un apparecchio automatico di comando, funzionante a batteria, e serve a comandare l'azionamento di un apparecchio in base alla temperatura e alla data.
Viene impiegato nelle caldaie e climatizzatori;


Presa 10A (serie civili):: è una presa elettrica costituita da n3 fori (F+N+T) dall'assorbimento massimo di 10A.
Viene impiegata per il collegamento di apparecchi non riscaldanti e non motorizzati o comunque che non arrivino mai a 10A;



Presa 16A (serie civili): come la presa da 10A include fori per l'innesto di prese da 16A che assorbono fino a questa corrente piu' alta.
Viene impiegata anche per gli apparecchi riscaldanti e motorizzati o da alto assorbimento;


Presa Bipolare 16A Rossa (serie civili); come la precedente sta ad indicare il collegamento con un gruppo di continuità;



Presa Shuko o Universale (serie civili): è una presa rotonda a n2 moduli costituita da n3 fori (F+N+T).
Viene impiegata per tutti gli apparecchi;


Presa Shuko o Universale Rossa (serie civili): come la precedente sta ad indicare il collegamento con un gruppo di continuità;



Presa TV Diretta (serie civili): è una presa per l'attacco della televisione dotata di un ingresso di arrivo per cavo di antenna;
Viene impiegata quando arriva un solo cavo o è l'ultima presa dell'impianto;

Presa TV Derivata (serie civili):è una presa per l'attacco della televisione dotata di un ingresso di arrivo per cavo di antenna e di un ingresso per portare il cavo di antenna ad una successiva presa TV.
Viene impiegata quando la tubazione non permette il passaggio di due cavi oppure se la tubazione non confluisce in un unica derivazione TV;


Presa telefonica RJ11 (serie civili):: è una presa per l'attacco del connettore RJ11 dell'apparecchio telefonico.

Presa telefonica tripolare: è la vecchia presa per l'attacco dell'apparecchio telefonico;



Presa Ethernet RJ45 (serie civili):: è la presa per l'attacco del connettore RJ45 di un cavo di rete. Possiede sul retro gli attacchi a morsa nell'ordine corretto;




Presa RCA (serie civili):: è una presa per l'attacco di connettori audio/video RCA;

Presa HDMI (serie civili): è una presa per l'attacco di connettori HDMI audio/video - ethernet. Possiede sul tretro una prolunghetta per collegarla al cavo di provenienza;


APPARECCHI INDUSTRIALI

Interruttore industriale: è un apparecchio di comando di tipo industriale con un grado di protezione IP55 e ottimo bloccaggio, costituito da n4 poli, mantiene la sua posizione quando premuto e serve ad interrompere il flusso di corrente di due fili (fase e neutro).
Viene impiegato con le prese industriali. 

Presa industriale 220V 25A: è una presa di tipo industriale con un grado di protezione IP55 e forte innesto.
Viene impiegata per apparecchiature di lavoro sempre collegate come affettatrici, lcelle frigorifero, utensileria industriale, carica batterie;

Presa industriale 220V 32A: come la presa da 25A, più grossa per carichi maggiori

Presa industriale 380V 40A 3 poli: è una presa per la forza motrice di tipo industriale costitutia da n3 fasi con un grado di protezione IP55 e forte innesto.
Viene impiegata per apparecchiature di lavoro sempre collegate come affettatrici, celle frigorifero, utensileria industriale, macchinari pesanti;

Presa industriale 380V 40A 5 poli: è una presa per la forza motrice di tipo industriale costituita da n3 fasi + Terra + Neutro, con un grado di protezione IP55 e forte innesto.
Viene impiegata per apparecchiature di lavoro sempre collegate come lavatrici, lavastovoglie, celle frigorifero, utensileria industriale, macchinari pesanti;

Presa interbloccata 220V 32A è una presa di tipo industriale con un grado di protezione IP55 e forte innesto, dotata di interruttore che può chiudersi solo se la presa è inserita, ed aprirsi solo a presa rimossa.
Viene impiegata per apparecchiature di lavoro sempre collegate come affettatrici, lcelle frigorifero, utensileria industriale, carica batterie;

Contattore industriale: è un apparecchio elettromeccanico per uso prolungato dotato di una bobina che apre o chiude i contatti comandata da un circuito ausiliario a bassa o alta tensione.
Ne esistono con bobina da 12-24VAC o 220-380VAC a partire da 10 fino a 60A;

Selettore tipo A: è un apparecchio che devia un polo in comune su un polo differente;

Selettore tipo B: è un apparecchio che seleziona singolarmente ogni singolo circuito senza un polo in comune;


APPARECCHI PER QUADRO DI COMANDO/CENTRALINO


Sezionatore: è un semplice interruttore di potenza di dimensioni in base all'amperaggio, impiegato per staccare completamente l'alimentazione al quadro generale.

Spia luminosa 1M: è un apparecchio di segnalazione visiva che mostra la presenza di rete;


Interruttore Magnetotermico 1M Unipolare: è un apparecchio di comando con protezione contro il sovraccarico. I valori partono da 6 a 32A
Viene impiegato per interrompere un singolo cavo di una linea, adeguato per cavi grossi;



Interruttore Magnetotermico 1M Bipolareè un apparecchio di comando con protezione contro il sovraccarico. I valori partono da 6 a 32A.
Viene impiegato per interrompere un circuito od un utilizzatore;


Interruttore Magnetotermico 2M: è un apparecchio di comando con protezione contro il sovraccarico. I valori partono da 6 a 32A
Viene impiegato a monte di un circuito, adeguato per cavi grossi;



Interruttore Magnetotermico-Differenziale 2M  (SalvaVita): è un apparecchio di comando con protezione contro il sovraccarico e contro i cortocircuiti/dispersione di corrente. I valori partono da 10 a 32A. Possiede un tasto di test per verificarne l'efficienza mensile.
Viene impiegato per interrompere un circuito od un utilizzatore;



Interruttore Magnetotermico Tripolare: è un apparecchio di comando per la forza motrice (3 fasi) con protezione contro il sovraccarico.
Viene impiegato per interrompere un circuito od un utilizzatore;



Interruttore Magnetotermico Quadripolare: è un apparecchio di comando per la forza motrice (3 fasi + Neutro) con protezione contro il sovraccarico.
Viene impiegato per interrompere un circuito od un utilizzatore;



Interruttore Magnetotermico-Differenziale Quadripolare: è un apparecchio di comando per la forza motrice (3 fasi + Neutro) con protezione contro il sovraccarico e contro i cortocircuiti/dispersione di corrente. Possiede un tasto di test per verificarne l'efficienza mensile.
Viene impiegato per interrompere un circuito od un utilizzatore;




Selettore 1-2M: è un apparecchio deviatore impiegato solitamente per mettere in Manuale o Automatico un sistema o selezionare apparati differenti.





Bobina di sgancio a lancio di corrente 1M: è un apparecchio di comando che affianca un interruttore magneto-termico generale, il quale inviando un impulso di corrente stacca l'interruttore generale.
Viene impiegato in tutti gli impianti con accesso al pubblico per staccare l'alimentazione in caso di incendio;



RELE' MODULARE CON ZOCCOLO
RELAE' MODULARE

Relè modulare 1M: è un apparecchio che aziona un singolo circuito o più con un singolo impulso. 
Ne esistono con bobina da 3-5-6-12-24VDC o 220VAC.
Viene impiegato per azionare un circuito in corrente alternata con un impulso in corrente continua e per realizzare logiche cablate;

Orologio standard 1M: è una apparecchio automatico che aziona un circuito o lo stacca a seconda della programmazione. Esiste di tipo meccanico o digitale.
Viene impiegato per azionare la luce ad un determinato orario o per altri tipi di impiego.



Orologio digitale 2M: è un apparecchio automatico che aziona un circuito o lo stacca a seconda della programmazione. Esistono di tipo settimanale oppure astronomico. Astronomico significa che si aziona in base ad una mappa astronomica che permette di calcolare l'alba e il tramonto senza sonda crepuscolare;



Temporizzatore 1M: è un apparecchio automatico dotato di relè che temporizza la durata di chiusura di un circuito ricevendo un singolo impulso.
Viene impiegato per temporizzare la durata di accensione della scalda di un condominio o per altro;




Contattore modulare 1-3M: è un apparecchio elettromeccanico dotato di una bobina che apre o chiude i contatti comandata da un circuito ausiliario a bassa tensione.
Ne esistono con bobina da 12-24VAC o 220VAC a partire da 10 fino a 40A.

Viene impiegato per l'azionamento di circuiti di potenza come circuiti elettrici ad alto assorbimento, elettropompe, macchinari industriali;


Relè termico: è un apparecchio automatico che interrompe il flusso di corrente se viene superato un determinato assorbimento.
Viene impiegato come salvamotore e nelle apparecchiature riscaldanti;


Relè di controllo dei carichi 2M: è un apparecchio automatico di gestione che misura la corrente consumata di differenti utilizzatori staccando automaticamente quello che sta consumando di piu' e potrebbe mandare in sovraccarico la fornitura energetica.



Contatore modulare 2M: è un apparecchio che misura la potenza consumata di una determinata linea;



Scaricatore di tensione 2M (1+1): è un apparecchio modulare di protezione contro i sovraccarichi, costituito da due cartucce per singola fase e neutro;

Nessun commento:

Posta un commento